23 marzo 2007

Complimenti

Ahuhauhauhauha

Il Tar del Lazio ha annullato la decisione del Ministro della Salute Turco perchè è stata presa da un "ente non tecnico", ovvero lei stessa e non una Commissione di studi come quella che aveva dato origine alla legge Fini-Giovanardi.

Una persona seria si dimetterebbe, che figuraccia... non il fatto di avere avuto lo stop dal Tar, bensì il fatto di avere fatto una cosa che non avrebbe dovuto fare.

Buon week end.

6 commenti:

Chips ha detto...

La commissione che ha dato origine alla Fini-Giovanardi era talmente tecnica che ha deciso delle soglie di accettabilità (come quantitativo) più alte per il principio attivo della cocaina rispetto a quelle del principio attivo della Cannabis. Notoriamente (lo dicono le tabelle dell'OMS) la cocaina è rubricata come droga pesante a differenza della cannabis che è una droga leggera. I miei complimenti alla commissione di tecnici che ha dato vita alla legge Fini-Giovanardi.

AlbergOZ ha detto...

Come sempre... pere al posto di mele.

Chips ha detto...

AlbergOZ, la politica è fatta di pere (la formalità) e di mele (la pratica). Dal punto di vista della forma nulla da eccepire al tuo post (anche se le dimissioni mi sembrano decisamente troppo), dal punto di vista della pratica il provvedimento della Turco è sacrosanto in quanto una commissione "tecnica" ha fatto uno sfondone essendo più permissiva con una droga pesante rispetto ad una leggera. E questo sfondone va rimesso a posto. Quindi nella forma la Turco è criticabile, anche se l'errore formale della Turco è veniale e dettato dalla buona volontà del ministro di riparare ad un errore di una commisisone "tecnica" di incompetenti che abbiamo pagato noi ed il cui operato è stato avallato dal precedente governo.

bassopolemico ha detto...

Fini e Giovanardi che fanno una legge è paragonabile ad esquilo che parla di calcio...altro che tar...

AlbergOZ ha detto...

Se è vero quello che dici caro chips, cioè che conta la pratica, che non va bene che droghe leggere sian openalizzate più di quelle pesanti... beyh la soluzione è: raddoppiare le pene per quelle pesanti in modo tale che siano peggiori di quelle comminate a chi consuma/commercializza quelle leggere...

Tornando invece al mio discorso: come sempre alle mie opinioni rispondete con "nuvole e fantasia", ovvero cambiando discorso.
Mi sa che continuerò a scrivere in altri blog in cui di solito le persone riescono a commentare gli stessi fatti.

A proposito: oggi piove, quindi il governo è ladro.

Chips ha detto...

Se ti rileggi il mio ultimo commento, ti renderai conto che ho risposto al tuo post dicendo che dal punto di vista formale la decisione del TAR non fa una piega e che però le dimissioni della Turco sono decisamente troppo per questo episodio. Poi se continui a leggere ti rendi conto che ho anche spostato il discorso su un altro piano, quello pratico, che anche esso meritava di essere trattato: sinceramente se dovessi scegliere fra un ministro formalmente perfetto, ma praticamente inefficace e il viceversa, sceglierei il viceversa.
Per chiudere: chi vuole condanne pesanti per chi fa uso di cannabis non ha capito bene di cosa parla, un po' come chi ce l'ha con i dico perché incrinerebbero l'istituto della famiglia.