25 maggio 2007

I dilemmi della vita

Quando fa troppo caldo, tipo in questo periodo, dormo completamente nudo: non porto nemmeno i boxer pur essendo conscio che l'accresciuta sensazione di freschezza, in quel caso, è solo un'impressione dovuta alla maggiore libertà piuttosto che ad una diminuzione significativa della mia capacità termica. Ciò detto, parlandone con degli amici, l'altra sera mi sono sentito osservato con lo stesso sguardo con cui Stanley giudicò Livingstone, al momento del loro fatidico incontro: quello che si riserva agli anelli di congiunzione fra la bestia selvaggia e l'uomo, insomma. E' probabile che io sia un tipo di bestia, però francamente lo pensavo per tutta una serie di altri miei atteggiamenti e non certo per il mio notturno nudismo da camera da letto. Questa mi mancava proprio.

1 commento:

padre M. ha detto...

io appoggio..il dormire nudo...sarà che lo faccio anch'io!!!
ma ricordati che è un pericolo:
"se un giorno ti svegli con 4 palle..il nemico è alle tue spalle..."

ciao
Padre M.