26 gennaio 2007

Tu chiamale, se vuoi, incazzature

Hai un problema, chiami un call center. Ti risponde uno/a al quale del tuo problema non gliene frega un cazzo (visto che ne ha uno più grosso: il suo co. co. pro a 600 Euro al mese), uno/a che spesso e volentieri non sa un cazzo della cosa che gli stai chiedendo e risponde in base a FAQ precompilate e stampate, uno/a che a volte ti tocca pagare 1,99 €/min, uno/a che se ti trovi in un paese anglofono lui/lei è probabile che ti risponda dal Bangladesh, uno/a che se sei incazzato non hai nemmeno la forza di mandarlo affanculo come meriterebbe l'azienda che in quel momento suo malgrado si trova a rappresentare. They call it progress. De 'sta ceppa, I say.

1 commento:

rachel ha detto...

infatti il passaggio dal call center è assolutamente superfluo.ti consiglio di partire subito con una letterina firmata dall'avvocato ;)