16 aprile 2007

Enciclopedia

Wikipedia, intesa come valida ed autorevole fonte di informazioni, è in agonia.

"Wikipedia non è più una fonte affidabile e non può più essere recuperata".
Ad affermarlo è Larry Sanger il coofondatore di Wikipedia stessa.

Meglio CITIZENDIUM, nuova creatura di Sanger stesso.

Manovra commerciale o sarà vero? Mah, sicuramente Wikipedia resta la miglior forma di cazzeggio in internet.

12 commenti:

Chips ha detto...

Beh, Sanger ce l'ha con l'altro cofondatore che l'ha di fatto estromesso, quindi i suoi pareri su wiki vanno un po' presi con le molle...

bassopolemico ha detto...

Come forma di cazzeggio son d'accordo, che però sia da considerare come "fonte" è discutibile.
Meglio la Treccani. O i Quindici.

Chips ha detto...

Bassopolemico, c'è uno studio di Nature che afferma che Wikipedia (la versione inglese) ha lo stesso livello di attendibilità dell'enciclopedia Britannica. Altra notizia è che negli USA sia stata usata in 100 processi come fonte. In Italia è permesso solo alla Treccani, fatti 2 conti...

bassopolemico ha detto...

Le fonti di queste notizie, please...

Chips ha detto...

Malfidato...
Studio su Nature: http://www.nature.com/news/2005/051212/full/438900a.html
Fonte in 100 processi USA: http://www.repubblica.it/2007/03/sezioni/scienza_e_tecnologia/web-top50-vip/web-top50-vip/web-top50-vip.html

Chips ha detto...

Sempre riguardo ai 100 processi, qualcosa di più esauriente lo trovi qua: http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1868308
Per il resto: pianderculo.

bassopolemico ha detto...

ho letto l'ultimo link ed è pauroso: tutti i giudici citati considerano Wikipedia un risorsa, ma è ingiustificabile il suo utilizzo per diversi motivi, tra cui uno dove dice "non ha ancora un sufficiente controllo qualità"...ed ho detto tutto, cari i miei Bill & Gates dell'ufficio apposito...

Quanto è importante citare le fonti...

ps. l'ho detto che la vai a pijander?

Chips ha detto...

E chi stabilisce che il "Controllo Qualità" della Treccani o della Britannica? Un ente certificatore tipo il Lloyd's? Allora siamo a cavallo... Il punto è che dietro wikipedia c'è un'assioma: più siamo a leggere, più controlliamo, più modifchiamo se ci sono errori e più, quindi, le notizie che sono pubblicate diventano attendibili. Io sono d'accordo che su base di principio questo sistema di controllo di qualità sia più debole di uno basato sul peer-reviewing, magari benedetto da una società di certificazione (del resto è facile affermare che un sistema complesso generi -dal punto di vista teorico- un maggior numero di caos). Però io sono più pragmatico e preferisco la prova dei fatti: lo studio di nature, basato su una serie storica abbastanza corposa, afferma che Wiki ha la stessa attendibilità della Britannica. That'a fact. Le altre sono chiacchiere.

AlbergOZ ha detto...

Non credo che l'attendibilità di una fonte risieda nel supporto utilizzato per divulgare.

Se il tasso di errore è lo stesso tra wikipedia e la britannica allora sono attendibili in ugual misura.

Sicuramente trovi (potenzialmente) molte più voci in wikipedia che nella treccani o simili, quindi...

Wikipedia (o simil enciclopedia online) IS THE BEST

bassopolemico ha detto...

Chips: allora sei d'accordo con me, bene.

Albergoz: io bado alla qualità, non alla quantità.

Chips ha detto...

Non travisare. Sono d'accordo sul principio che il peer-reviewing certificato sia TEORICAMENTE meglio del meccanismo wiki, ma la prova dei fatti (Nature) sta dimostrando che sono equivalenti (Britannica vs Wiki). Ed è questo che fa testo, non le nostre elucubrazioni basate su nostri sentimenti. Tolto questo dal perimetro di analisi, i vantaggi di wiki rispetto alla britannica non li sto nemmeno ad enunciare, tanto sono evidenti.

bassopolemico ha detto...

Sull'utilizzo non discuto. Io metto in dubbio che con wikipedia puoi prendere delle cantonate senza accorgentene.
Tutto qui.