21 giugno 2007

La giustizia è uguale per tutti???

Bologna, 20 giugno 2007 - E' stato condannato ad otto mesi di carcere C.P., il bolognese 50enne che il 17 febbraio lancio' un pezzo di seggiolino sul campo dello stadio Dall'Ara di Bologna durante l'incontro Bologna- Piacenza. Il giudice ha previsto la sospensione della pena e la non menzione, oltre al pagamento delle spese processuali. L'uomo e' stato condannato per il lancio di cose pericolose e assolto dal danneggiamento. C.P., incensurato con un'attivita' lavorativa ben avviata, abbonato di tribuna, fu il primo arrestato ai sensi del decreto legge 'Amato' contro la violenza negli stadi, varato dopo la morte di Filippo Raciti a Catania. Rimase agli arresti due giorni. L'uomo dopo l'udienza di convalida dell'arresto annuncio': ''Allo stadio non ci vado piu', e l'abbonamento lo regalo in beneficenza''


Allora, c'è gente che uccide poliziotti ed è praticamente libera, ogni domenica si sente parlare di risse negli stadi, cariche della polizia ecc.... e non succede mai nulla! Sto poveraccio ha lanciato un pezzo di seggiolino in campo senza colpire nessuno e si è fatto 8 mesi di carcere!!!! Come mai??? Perchè Bologna è una città civile?? O forse perchè il simpaticissimo e bellissimo pubblico napoletano (ad esempio) va salvaguardato?? Che schifo!

1 commento:

askalos ha detto...

Nel resto dell'europa i fatti, in Italia solo pugnette.